Nuovo Credito D’Imposta
Per Attività Di Ricerca E Sviluppo

Il Credito d’Imposta per Attività di Ricerca e Sviluppo è un’agevolazione già in essere da alcuni anni sul territorio nazionale che, recentemente, è stato prorogato fino al termine del 2020.

TIPO DI AGEVOLAZIONE

L’agevolazione consiste in un Credito d’Imposta al 50% da calcolare sulle spese incrementali rispetto al triennio 2012-2014, per quel che riguarda:

  • spese del personale titolare di un rapporto di lavoro subordinato, anche a tempo determinato, direttamente impiegato in attività di Ricerca e Sviluppo
  • contratti stipulati con Università, enti e organismi di ricerca, nonché start-up e PMI innovative indipendenti (nel caso di attività di ricerca e sviluppo extra-muro, dunque che sono state commissionate a terzi)

Inoltre è previsto un Credito d’Imposta al 25% da calcolare sulle spese incrementali rispetto al triennio 2012-2014, per quel che riguarda le spese:

  • del personale titolare di un rapporto di lavoro autonomo o comunque diverso dal lavoro subordinato, direttamente impiegato in attività di Ricerca e Sviluppo
  • per ricerca affidata a imprese che non rientrano nella definizione di start-up o PMI innovative, diverse inoltre da università o enti di ricerca
  • sostenute per l’acquisto di materiali e altre forniture impiegate nell’attività di ricerca e sviluppo
  • quote di ammortamento per spese di acquisizione o utilizzazione strumenti impiegate nell’attività di ricerca e sviluppo
  • competenze tecniche e privative industriali

Alcuni esempi: